NEWS - NOVITA'


ANNO 2010
ANNO 2009




09 novembre 2010 - argomento trattato: Meteorologia

fulmini del fronte temporalesco lineare su Momo (NO) - 08 novembre 2010

L'autunno é già iniziato in modo assai intenso,nonostante la circolazione atmosferica sia improntata a un assetto ancora influenzato dal rigonfiamento dell'anticiclone africano che non permette un abbassamento considerevole delle temperature.Proprio per questo motivo si vengono ancora a creare le condizioni favorevoli alla formazione dei temporali.

E' stato il caso di ieri 8 novembre,in concomitanza dell'ingresso in Pianura Padana centro-occidentale di una piccola saccatura ciclonica.Nelle prime ore del mattino,in un alba incipiente,si sono formati degli ammassi lineari di celle prima a sud del Lago di Como e poi a cavallo del fiume Ticino.

Proprio questi hanno avuto un iniziale attività ceraunica,seppure molto distanziata nel tempo da scarica a scarica.Nei pressi di Momo (NO) dopo vari tentativi di ripresa,finalmente in una sola fotografia sono finite due scariche lineari semplici nube - terra.

La cosa più suggestiva del fenomeno,mentre stazionavo nel centro del paese,é stato l'udire distintamente il tuono di uno dei primi,normale inizialmente e poi continuato in un crescendo di boati che probabilmente si sono amplificati facendo avvertire anche un effetto di vibrazione fino a sfumare lentamente.Tanto insolito da farmi tornare in mente il rumore di una scossa di terremoto che sentii una quindicina di anni fa nella zona dove abito,che quando avviene ciclicamente, si manifesta fortunatamente in un effetto più che altro sonoro.

 




17 settembre 2010 - argomento trattato: Meteorologia

Uragano Igor

Questa é un immagine inviata dal satellite geostazionario MSG2 quando il 14 settembre 2010 alle ore 19,15 UTC é transitato in pieno Oceano Atlantico approssimandosi al lato più orientale dell'Arcipelago Caraibico.

Canali: elaborazione RGB trispettrale HRV

STAZIONE DI RICEVIMENTO SATELLITARE MAXIMUS con licenza rilasciata dal Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare




01 ottobre 2009 - argomento trattato : Botanica

Da pochi giorni l'autunno ,se così lo possiamo chiamare,é iniziato.

Temperature massime giornaliere prossime a 28° C,le prime sporadiche nevicate oltre quota 2500 m.slm,la gente che in riviera ligure prende il sole e fa il bagno confondono un poco chi é abituato alla classica stagione.

Finalmente sono arrivate le prime piogge copiose,dopo quasi quattro mesi di prolungata siccità che ha messo a dura prova la vegetazione spontanea e compromesso il raccolto del mais che è stato assai scarso.Hanno invece beneficiato le risaie all'interno delle quali l'esercito delle mietitrebbie ha già iniziato l'opera di raccolta del riso.

Ma nelle zone di sottobosco e nelle radure puntualmente i bulbi di una pianta iniziano a far spuntare direttamente i loro fiori dando l'ultima nota di colore sempre pił accesa man mano che il sole si abbassa all'orizzonte.Le fotografie che seguono sono state eseguite un anno fa in Valle di Susa nella Riserva Naturale speciale dell'Orrido di Chianocco e in un area di ambiente xerofilo.

Sono i fiori del Colchicum autumnale L. che affiora tra le erbe delle radure dei boschi umidi,lungo i bordi delle strade e le rive dei fiumi.







click sull'icona per ingrandire la foto

Questi invece sono i fiori di una minuscola orchidacea,la Spirantes spiralis che fa spuntare le infiorescenze poco visibili in quanto piccole e che si confondono con gli steli delle graminacee.Essi sono disposti lungo lo stelo che si ritorce a spirale conferendone l'aspetto.Anche questa specie fa parte delle fioriture tardive relative all'inizio dell'autunno. A differenza del Colchicum quest'anno le piante non sono ancora germogliate e ciò sta a testimoniare che la siccità ha influito non poco sul suo ciclo vegetativo.

Le foto ingrandite si trovano nella sezione FOTO NATURALISTICHE - categoria PIANTE ERBACEE alle pagina 5 - 6